Teoria dei Campi e Fenomenologia

L'attività di fenomenologia svolta al Dipartimento di Fisica riguarda principalmente la fisica agli acceleratori di particelle e in particolare al Large Hadron Collider (LHC) del CERN. Tra i temi trattati l'analisi angolare della produzione di coppie leptone-antileptone e di due fotoni nelle interazioni fra protoni, che rappresenta un canale di reazione interessante per la scoperta di nuove particelle (gravitonibosoni neutri pesanti, o sneutrini). Oggetto di studio sono inoltre gli stati finali costituiti da due particelle elementari, una delle quali è un quark della terza famiglia, quindi un top (single top production) o un bottom (single bottom production) mentre l'altra e' il bosone di Higgs o un bosone di gauge o un altro quark leggero.

La misura delle sezioni d'urto di questi processi permette di determinare alcuni parametri di grande interesse nella trattazione teorica, sia nel Modello Standard che in teorie di Nuova Fisica (Supersimmetria). Altro tema trattato è quello dello studio delle interazioni forti all'energia dell'LHC. A seguito dei valori elevati dell'energia, all'LHC sono frequenti eventi in cui due o piu' interazioni tra costituenti elementari hanno luogo in una singola collisione adronica.

Il motivo di interesse è che in questi eventi gli adroni vengono sondati dall'interazione contemporaneamente in piu' punti distinti, offrendo in questo modo possibilita' del tutto nuove per lo studio della struttura adronica.

Ultimo aggiornamento: 23-09-2017 - 03:20